Infezioni alimentari: questi i batteri più diffusi e pericolosi

large_articlepreview

 

Anche nel 2015 le infezioni alimentari più frequenti sono state quelle provocate dal Campylobacter con 229.213 casi registrati. In aumento risultano i casi di listeriosi e salmonellosi. Questi ultimi tra il 2008 e il 2014 erano diminuiti del 44%. Lo rivela uno studio effettuato dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) e dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc). Coinvolti i 28 Paesi dell’Unione e altri quattro Stati: Norvegia, Svizzera, Islanda e Liechtenstein. Il Campylobacter si trova soprattutto tra i polli e nella carne di pollo da cuocere prima del consumo. Per quanto riguarda la Salmonella, i casi segnalati sono saliti dai 92.007 del 2014 ai 94.625 del 2015. Secondo Efsa ed Ecdc, l’aumento osservato negli ultimi due anni è in parte dovuto al miglioramento della sorveglianza e al miglioramento dei metodi diagnostici. Preoccupa molto il batterio della listeria: nel 2015 la listeriosi ha colpito circa 2.200 persone, causando 270 morti, il numero più alto mai registrato nell’Ue. Gli analisti ricordano che la Listeriosi è una malattia causata da Listeria monocytogenes, che è diffusa nell’ambiente. Questi batteri possono moltiplicarsi a basse temperature, tollerano alte concentrazioni saline e di conseguenza possono sopravvivere in cibi trasformati, conservati, refrigerati e pronti al consumo. Nei pazienti con basse difese immunitarie, può provocare la meningite. “Questa è una minaccia per la salute pubblica che può e deve essere affrontata”, ha dichiarato Mike Catchpole, direttore scientifico dell’Ecdc, che sta lavorando con i singoli Stati, “per migliorare la sorveglianza sulle malattie veicolate da alimenti e acque, a partire da Listeria, poiché la precoce individuazione di cluster ed epidemie importanti può aiutare a prevenire ulteriori casi”.

FONTE QUI

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *