Decapita una donna e la figlia di 2 anni, poi tenta di emulare la strage di Berlino

w3jch8vd

 

E’ accaduto nei pressi di Odessa, in Ucraina, dove Dmitry P., 25 anni, ha dato sfogo al suo delirio omicida. Fortunatamente la polizia lo ha arrestato prima che compisse una strage.

Un uomo sospettato di aver tentato di “emulare l’attentato di mercatini di Natale di Berlino” è stato arrestato in Ucraina dopo aver presumibilmente decapitato una donna e sua figlia. Secondo la ricostruzione degli agenti della regione di Odessa, Dmitry P., 25 anni, avrebbe ucciso una donna di nome Olga, 42 anni, e la sua figlia di due, Maria, tagliando la testa ad entrambe nella loro casa di Ovidiopol. Non è chiaro perché l’uomo abbia compiuto questo gesto. “Ha dato alle fiamme la nostra casa – ha detto la mamma della donna uccisa all’emittente Odessa Report – Poi ha pugnalato a morte mia figlia e la mia nipotina prima di tagliare loro la testa”. Ma la follia omicida dell’uomo non si è fermato al terribile duplice omicidio.

Secondo Dmitry Golovin, capo della polizia di Odessa, “l’obiettivo del sospettato era quello di ripetere l’attacco terroristico di Berlino schiacciando la folla in strada con un camion” a Odessa. Ma dopo aver trovato la strada bloccata, il conducente del veicolo ha virato in un campo. Qui, fortunatamente, il camion è rimasto bloccato e l’uomo è fuggito a piedi. La polizia, dopo aver allertato i residenti della zona sulla sua pericolosità, ha messo in campo 1.500 uomini per riuscire a scovarlo: si era nascosto in alcune case di campagna utilizzate nella stagione estiva ed attualmente vuote. “Lo abbiamo trovato dopo aver perlustrato tutta l’area – ha detto Ivan Ishchenko, vice capo della polizia di Odessa – Ogni casa, ogni ostello, ogni angolo è stato scandagliato. Siamo riusciti a sventare in tempo il suo piano di morte”.

fanpage.it

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *